English version | Version française | Deutsche Version

 

Gioè Amarone della Valpolicella DOCG Classico


Zona di produzione
Valpolicella classica. Da vigneti di collina situati ad altezza tra i 195 e 325 m.s.l.m.

Varietà delle uve
Corvina, Corvinone e Rondinella, con attenta selezione dei grappoli e appassimento delle uve per circa 100 giorni.

Resa
18 hl/ha

Vinificazione
Pigiatura e diraspatura soffice delle uve.
Macerazione: circa 25 giorni in acciaio inox.

Affinamento
42 mesi in botti di rovere di Slavonia e barriques da 225 litri di rovere francese di media tostatura; almeno 2 anni in bottiglia.

Dati analitici
Alcool: 15,5% Vol.
Acidità totale: 6 g/l
Zucchero residuo: 3,6 g/l

Descrizione organolettica
Rubino impenetrabile con riflessi granati, ha naso ampio, complesso, raffinato, che rimanda a un ventaglio olfattivo intrigante, morbido, sensuale, con ricordi di composta di amarene, marasche sotto spirito, prugne e fichi secchi, fiori rossi macerati e sottobosco, una marcata nota di cioccolato fondente. Il sorso è ricco, potente, retto da una trama tannica vivace; il generoso calore alcolico è ben bilanciato da un piglio acido vivido, che sa di croccanti lamponi.

Servizio
16-18° C.

Abbinamenti gastronomici
Dopo alcuni anni di affinamento, può sfidare i piatti a base di carne più ricchi della cucina internazionale, quali la lepre alla Royale e la beccaccia arrosto, e preparazioni dominate da tartufo bianco. Maturo, si fa vino da meditazione, magari con un tocchetto di Castelmagno stagionato.

Longevità
Se correttamente conservato evolve e migliora per oltre 15 anni.

Curiosità
“Nel 1964 ho avuto l’idea di produrre un vino di qualità realmente superiore, che abbinasse ad una stoffa poderosa i profumi più eleganti e morbidezza del gusto. Da allora, solo in particolari annate si sono ripetute le condizioni stagionali e microclimatiche indispensabili alla maturazione delle uve che danno vita al “Gioè”. [Giancarlo Begnoni]